Votiamo solo negli uninominali

Elezioni politiche 2018: nessuna delle liste disporrà la sera del 4 marzo dei numeri parlamentari per governare da sola. Il dibattito in corso è un inganno, perché il vero problema delle prossime elezioni è come arrivare ad una maggioranza per governare. Il dibattito della campagna elettorale è iniziato annaspando e peggiora. Sempre più, tutte le […]

L’ossessione di un mondo che peggiora, ma il metodo sperimentale dice altro

Due mappe mostrano il declino globale della mortalità infantile tra il 1950 e oggi. Fonte: ourworldindata.org Alla domanda “il mondo sta migliorando, peggiorando o restando fermo?”, i cittadini affermano che le condizioni di vita peggiorano al passare del tempo. Eppure la realtà mostra l’opposto, quindi farsi ossessionare dalla falsa notizia che il mondo peggiora, prova che […]

Il significato liberale del dono

Il periodo delle feste sembra, a Campagne Liberali, l’occasione giusta per approfondire il significato liberale del dono, ritenuto un modo di festeggiare o di ringraziare ma in realtà è qualcosa di immanente al convivere con gli altri individui. Il periodo delle feste sembra, a Campagne Liberali, l’occasione giusta per approfondire il significato liberale del dono. […]

La web tax “all’italiana” è una mossa autolesionista

Web tax all’italiana: se è necessario regolarizzare il settore con una fiscalità più equa, almeno lo si faccia con criterio e senza danneggiare le imprese italiane. La caccia alle streghe portata avanti dal PD contro i colossi del web avrà infatti un impatto negativo per gli operatori locali che paradossalmente si ritroveranno costretti a pagare […]

La battaglia per la scienza continua anche in Europa

Riceviamo e volentieri pubblichiamo la riflessione di Luca Bertoletti, European Affairs Manager per il Consumer Choice Center. Durante il mese di Dicembre la commissione Europea ha dichiarato che nella revisione delle sue politiche ambientali e sanitarie si atterrà ad un rigoroso uso di evidenze scientifiche. Ma sfortunatamente, l’uso sbagliato della scienza per revisionare le politiche […]

Non c’è due senza tre: il Rosatellum sulla graticola costituzionale

Domani la Corte Costituzionale si pronuncia sull’ammissibilità dei ricorsi contro il Rosatellum bis. Quali scenari si prospettano? Scarica il paper Non c’è due senza tre: il Rosatellum sulla graticola costituzionale di Daniele Ricci. La questione della legge elettorale è stata indubbiamente uno dei punti caldi di questi ultimi mesi: dalla sentenza che dichiarò parzialmente incostituzionale […]

Le parole chiave di una vittoria

Il 4 dicembre 2016 ha fatto registrare la massiccia partecipazione al voto di milioni di cittadini italiani per dire NO al disegno oligarchico voglioso di farsi una nuova Costituzione di comodo intrecciata con una legge elettorale di comodo e incostituzionale. Necessita, quindi, mettere in moto tutte le energie capaci di elaborare un progetto politico sinceramente improntato […]

Non tentino ancora di raggirare i cittadini

Con la nuova legge elettorale e con la poca differenza quantitativa tra i tre gruppi politici più forti, d’ora in poi la campagna elettorale non dovrà più svolgersi confrontandosi sulle coalizioni e sugli schieramenti di partito bensì su quegli argomenti della crisi quotidiana, che nell’interesse dei cittadini andranno affrontati con urgenza nella prossima legislatura. Nel […]

L’Italia del debito: serve un intervento chirurgico

Il debito pubblico accumulato è enorme (sul 133% del PIL) e in crescita (45 miliardi nel ‘16, in 12 mesi +2%). Nonostante se ne parli poco e solo per lamentarsi del rigore UE, è il vero problema istituzionale all’origine del disagio socio economico. L’enorme debito è un macigno sulla credibilità dell’Italia nei mercati. Il debito pubblico accumulato […]

Il debito pubblico italiano può e deve essere abbattuto

La legge di bilancio 2018 in corso di approvazione in Parlamento è finita sotto la lente di ingrandimento della Commissione Europea per l’assenza di un chiaro sforzo di riduzione del debito pubblico. Continuiamo ad essere il Paese dell’area euro con il secondo rapporto debito/pil, dopo la Grecia (179%) e prima del Portogallo (130,4 %), Cipro (107,8 %), Belgio (105,8 %), Spagna […]