“Si discute e si delibera alla cieca, senza conoscere ciò di cui si discute e su cui si è chiamati a deliberare”.

L. Einaudi, “Prediche inutili” (1959). 

Einaudi LAB è un laboratorio di idee, analisi e ricerche per dare risposte liberali ai problemi e alle sfide politiche del presente e del futuro.

L’obiettivo è quello di elaborare soluzioni e indirizzi di policy a supporto dei processi decisionali pubblici e in difesa delle libertà individuali.

Ci impegniamo affinché i cittadini e le imprese possano realizzarsi e prosperare in una società che tuteli la sfera privata e gestisca i beni pubblici in modo efficiente, vantaggioso e trasparente per i cittadini.

Come lavoriamo

Einaudi LAB applica il metodo sperimentale e adotta l’approccio scientifico sia nelle attività di ricerca sia nelle attività di divulgazione.

L’indipendenza, la pluralità e la multidisciplinarietà sono considerati valori assoluti e imprescindibili, senza i quali la ragion d’essere del laboratorio verrebbe a mancare.

Promuove il dialogo continuo e trasversale alle formazioni politiche internazionali ed italiane.

Se desideri partecipare all’Einaudi Lab, contattaci qui, allegando il tuo CV e raccontandoci le tue motivazioni.
ottobre 16, 2018

Manovra economica, fatti ed ipotesi

Alesina e Giavazzi sono due professori capaci e fautori un’economia tendenzialmente aperta
settembre 29, 2018

Al via la Scuola di Liberalismo 2018. Si parte da Torino!

La Scuola di Liberalismo 2018 riparte da Torino con la collaborazione dell'Einaud
settembre 25, 2018

Il populismo è la conseguenza del Malgoverno

Il dibattito su Il Sole 24 Ore in tema di populismo e movimenti
novembre 3, 2017

La Bella Addormentata: un Focus sulla Sicilia che si Reca alle Urne

Leggi il paper: "La Bella Addormentata: Un Focus Sulla Sicilia Che Si Reca
settembre 11, 2017

L’austerity paga? Chiedete ad Angela Merkel

Scarica il paper. Una panoramica economica e politica sulla Germania che andrà
agosto 15, 2017

La burocrazia vince sulle imprese in Italia

L’ipertrofia procedurale e la lentezza della burocrazia italiana rappresenta da sempre un problema