Appalti Pubblici in Europa: Disparità di Trattamento

Europa

Gli appalti pubblici in Europa continuano ad andare a paesi che non consentono ai concorrenti europei di fare offerte per i loro bandi pubblici.

Questa problematica, con particolare enfasi sulle società cinesi che continuano a ottenere appalti pubblici europei – nonostante le società dell’UE siano escluse dai progetti cinesi – sta iniziando ad avere l’attenzione che merita.

Nel mondo di oggi, la reciprocità è fondamentale.

Il sistema degli appalti pubblici internazionali è ingiusto. I paesi che vietano alle imprese europee di aggiudicarsi i loro appalti pubblici, nel frattempo vincono gli appalti pubblici dell’UE, danneggiando gravemente le imprese e l’economia. L’UE ha bisogno di procedure di sicurezza per garantire la protezione delle imprese europee all’estero cosi limitando la concorrenza nelle offerte pubbliche di appalto.

La Commissione europea ha pertanto proposto un regolamento che istituisca la possibilità di limitare l’accesso dei paesi terzi al mercato interno dell’UE nel settore degli appalti pubblici, nel caso non venga fornito l’accesso alle imprese dell’UE nel proprio mercato interno. Finalmente. La speranza è di aumentare la leva dell’UE nei negoziati commerciali e aumentare la competitività delle imprese dell’UE nei mercati in via di sviluppo.

Questo è un sistema irragionevole in cui le imprese europee vengono trascurate ed emarginate. Le imprese europee perdono opportunità di generare entrate e non ricevono nessun vantaggio in cambio. Tra le gare pubbliche del valore di almeno 5 milioni di euro, almeno il 50% del valore totale dei beni o dei servizi offerti proviene da paesi terzi senza alcun accordo internazionale che copra la tematica degli appalti pubblici all’interno dell’UE.

La reciprocità negli appalti pubblici è necessaria per proteggere le imprese europee all’interno della sua economia e per salvaguardare l’economia dell’UE nel suo complesso. Senza di essa, altre nazioni continueranno a crescere sulle spalle dell’Unione europea e delle sue imprese.

Se questi paesi dovessero continuare a disporre di double standard in materia di appalti, ci troveremmo costretti ad applicare gli stessi parametri che ci vengono imposti. Impedendo, in questo modo, un danneggiamento della competitività delle imprese europee.

L’Unione Europea deve far in modo di poter garantire la sicurezza dei mercati e delle proprie organizzazioni, garantendo che i double standard e la mancanza di reciprocità non avveleni completamente il sistema degli appalti pubblici europeo.

 

Campagne Liberali è un'associazione di cittadini che difende la libertà di scelta e promuove il metodo scientifico.

Comment

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*