Bufale sott’olio

olio di palma

Il Professor Franco Casali conferma, ove c’è ne fosse bisogno, la bontà dell’olio di palma. Nel suo libro ‘Scorie radioattive e olio di palma. Le bufale scientifiche hanno la data di scadenza?’  (qui acquistabile), il Prof Casali dimostra come la guerra all’olio di palma sia stata lanciata per meri motivi commerciali. Noi lo diciamo da anni.

Campagne denigratorie hanno generato sospetto e sfiducia verso l’olio di palma, portando aziende verso altri oli, disposte a peggiorare i propri prodotti in termine di consistenza e gusto pur di inseguire qualche consumatore distratto, vittima del populismo alimentare.

Molte aziende hanno rimosso l’olio di palma dai loro prodotti nascondendosi dietro la bufala della ‘riduzioni di grassi saturi’. Come abbiamo più volte dimostrato tramite studi e ricerche empiriche (clicca qui per il più recente), nel maggiore dei casi, l’assenza di olio di palma non corrisponde a livelli minori di saturi. Questo punto viene sostenuto con forza pure da Casali:

“Non fa più male di altri grassi che sono nella nostra dieta, come il burro…Le affermazioni della ricercatrice Elena Fattori ci fanno ricordare Paracelso che, cinque secoli fa, diceva: E la dose a fare il veleno…Bisogna pertanto non superare le dosi massime consigliate dagli esperti”

La scienza, i fatti, e la realtà, dimostrano che al momento, non c’è alcuna alternativa all’olio di palma. Rinunciarvi significa il caos: impoverimento della popolazione o disastro ambientale. Come sostiene il Prof. Casali:

“Dobbiamo tener conto, infatti, della necessità – per quelle popolazioni – di avere un lavoro per sopravvivere. Vi sono milioni di esseri umani che, dalla produzione di questo alimento usato a livello globale, traggono la possibilità del proprio sostentamento”

Questa guerra all’olio di palma è oramai diventata una fissazione. Demonizzando, discriminando e utilizzando un linguaggio buonista-salutista estremizzato non si ottiene alcun risultato positivo. L’unica via è muoversi verso una una maggiore sostenibilità della filiera, in modo tale da non danneggiare il mercato, la libera scelta dei cittadini, la scienza e la razionalità.

 

Campagne Liberali è un'associazione di cittadini che difende la libertà di scelta e promuove il metodo scientifico.

Comment

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*