Latte Alpino – simbolo del Made in Italy

latte alpino

Il nostro settore lattiero è, sempre di più, un simbolo dell’eccellenza del made in Italy. Le infondate critiche del passato – accuse pretestuose sull’uso (im)proprio della denominazione ‘latte alpino’ – sono oramai alle spalle.

In occasione del Salone del Gusto Terra Madre 2018 (svoltosi a Torino il weekend appena passato), la sostenibilità torna al centro del dibattito alimentare. E quale miglior ambasciatore della filiera italiana del latte? L’attenzione ai principi etici e della sostenibilità è una colonna portante delle nostre eccellenze lattiere e si trova in ogni prodotto della filiera corta e certificata.

Il successo delle eccellenze di questo settore ha radici ben profonde strettamente legate al territorio e alla tradizione. Una tradizione che da anni ha permesso la diffusione di benessere ad interi nuclei famigliari (sia produttori che allevatori) e la distribuzione di un prodotto di qualità a una vasta platea di consumatori. Inoltre, la provenienza alpina è motivo di identità ed orgoglio in quanto caratteristica fondamentale della produzione di queste realtà. Un vero e proprio marchio di eccellenza che ha permesso a molti produttori di diventare anche fornitori fidelizzati di aziende ben più predominanti su scala nazionale ed internazionale.

Il populismo alimentare, avendo dubitato con accuse infondate e diffamanti della provenienza ‘alpina’ del latte ha cercato di andare a danneggiare diverse aziende che hanno contribuito a mantenere vive diverse realtà destinate allo spopolamento oppure alla depressione economica. Ci chiediamo, come di consueto, quali interessi in gioco ci fossero dietro tali attacchi.

Ad oggi, la filiera del latte alpino rappresenta uno dei fiori all’occhiello del nostro Made in Italy. I suoi prodotti nascono da politiche basate su rapporti trasparenti, che contribuiscono al raggiungimento di un unico obiettivo: fornire il miglior prodotto controllato e genuino al consumatore. Grazie al lavoro portato avanti per ottenere risultati d’eccellenza sono sempre più richiesti oltre i confini, sintomo di una costante ricerca della qualità. Dobbiamo andarne fieri.

Il Salone del gusto, dunque, riconosce l’importanza del gusto e della qualità, premiando la trasparenza e sostenibilità dei prodotti del settore lattiero e smontando ulteriormente – ove ve ne fosse bisogno – le azioni diffamatorie del populismo alimentare. Alla fine, il lavoro e la passione che le nostre piccole e medie imprese dedicano allo sviluppo di prodotti altissima qualità, vengono giustamente premiati. Alla facci di chi vuole vedere questo settore fallire!

 

Campagne Liberali è un'associazione di cittadini che difende la libertà di scelta e promuove il metodo scientifico.

Comment

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*