Tutte le fake news sugli incendi in Indonesia

Quasi tutti i media hanno parlato degli incendi nelle foreste in Indonesia. Incolpano l’olio di palma per oltre 1.6 milioni di ettari di foresta andata in fumo. Questa è una fake news.

I Numeri Reali

Anche il Centro Internazionale di Investigazione Forestale (CIFOR), la fonte originaria dei numeri sbagliati, ha dovuto ritrattare, ammettendo l’errore.

I numeri reali sono sensibilmente inferiori (-45%). In realtà, a causa degli incendi , la superficie persa è stata di circa 942.000 ettari distribuiti su 34 province. È una differenza notevole rispetto alla cifra originaria fornita dal CIFOR di 1,64 milioni di ettari relativi a sole 7 province indonesiane. Come sempre di fronte ai numeri non si scappa e le precisazioni, in questo caso e con queste cifre in ballo, sono obbligatorie.

Ovviamente, la deforestazione nelle ultime due decadi non è un fatto da celebrare e non si sta qui gioendo per gli ettari di foresta persi. Ciò che, però, risulta essenziale è individuare le fake news in circolazione e fornire i dati corretti. Soprattutto quando la fonte originaria ammette il proprio errore pubblicamente.

Solo con un’idea precisa della situazione, supportata dai dati comprovati, possiamo scegliere gli strumenti giusti per contrastare la deforestazione e preservare la biodiversità.

Fonte: Global Forest Watch

Noi vogliamo fornire ulteriori dati, per dovere di completezza. Queste immagini del Global Forest Watch dimostrano che l’Indonesia è uno dei 5 principali Paesi in quanto a riforestazione negli ultimi anni con un saldo positivo di xxx ettari.

Mostra, oltretutto, che l’Indonesia non è tra i 5 principali Paesi con la maggiore perdita di copertura forestale, nonostante i media, le NGOs ed altri gruppi di “ambientalisti” vorrebbero farci credere.

Noi vogliamo mostrare ai consumatori che spesso i dati che vengono loro forniti da giornali, blog, siti d’informazione e dalle stesse ONG sono spesso esagerati, volontariamente ingigantiti e smontabili da una semplice ricerca puntuale.

Nel nostro studio comparativo, abbiamo dimostrato come l’olio di palma sia, in realtà, l’olio vegetale più ecosostenibile.

Non abbastanza persone hanno ascoltato

Contrariamente all’evidenza statistica, i media sminuiscono ed accusano ingiustamente l’Indonesia.  In generale, l’olio di palma è continuamente preso di mira dalle fake news e da chi ha interesse nel boicottarlo. Sulla nostra piattaforma abbiamo dimostrato, in molte occasioni, che la coltivazione dell’olio di palma è la più sostenibile se confrontata con le sue alternative. E ciò costituisce una valida ragione per cui le persone non dovrebbero minarne la produzione.

Dovrebbero, invece, sostenetr la produzione e l’utilizzo dell’olio di palma per le sue qualità benfiche e per il suo impatto meno nocivo sull’ambiente. A maggior ragione se certificato.

Lasciamo che i media perdano di credibilità giorno dopo giorno. Abbiamo i numeri dalla nostra parte!

Campagne Liberali è un'associazione di cittadini che difende la libertà di scelta e promuove il metodo scientifico.

Comment

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*