Caffè: lo amiamo tutti, ma lo stiamo uccidendo coi prezzi bassi

Tutti amiamo e beviamo il caffè, ma sembra che nessuno voglia più spendere per averne uno di qualità.  Mantenendo i prezzi del caffè così bassi potremmo, infatti, causarne l’estinzione. Una completa analisi della produzione mondiale di caffè dimostra come il 60% delle specie di piante di caffè conosciute stia fronteggiando questa eventualità.

Uno dei fattori determinanti risiede nel clima e gli scienziati si aspettano che dal 2088, il 50% o più delle piante di caffè naturalmente esistenti potrebbe essere annientato. Le piante selvatiche sono cruciali per sostenere la domanda globale del prodotto e la sostenibilità della catena di produzione è direttamente connessa alle stesse.

Così come ogni altra merce, la sostenibilità comporta alcuni costi sia per i produttori per i consumatori. Per compensare il decremento della crescita naturale delle piante, le aziende hanno dovuto mettere in atto nuovi metodi per ri-stabilizzare le condizioni dei terreni e coltivarle.
In precedenza, le piante che venivano coltivate potevano anche essere in quantità sufficiente per il raccolto. Ora, invece, si devono investire maggiori risorse per poter portare avanti piantagioni redditizie e sostenibili economicamente.

A causa dei bassi prezzi in Europa e in tutto il mondo, i coltivatori Sudamericani (da cui deriva la maggior parte della quantità prodotta a livello mondiale), non riescono a stare al passo con la crescente domanda.

Fonte: MacroTrends

A peggiorare la situazione, una ricerca condotta da MacroTrends dimostra come, negli ultimi cinque anni, il prezzo del caffè sia progressivamente diminuito.

Diventa, in questo modo, ancora più difficile che le aziende produttrici abbiano sufficienti risorse per implementare le tecniche di agricoltura sostenibile e reintegrare le risorse naturali carenti.

Senza un aumento dei prezzi, non saremo in grado di supportare l’agricoltura ecosostenibile. Stiamo lentamente uccidendo il caffè che beviamo quotidianamente.  Se vogliamo assicurarci che la bevanda per la nostra colazione resista anche in futuro, è necessario aumentare i prezzi del caffè che consumiamo oggi.

Sono i consumatori a dover spingere per un cambiamento: investire un piccolo extra per acquistare un caffè più costoso ma ecosostenibile. La spinta dei consumatori potrebbe forzare i top buyers (industrie e Paesi) ad puntare su una materia prima di miglior qualità.  E questo non solo garantirà la sopravvivenza di questo amato prodotto in futuro ma costituirà anche uno stimolo per l’innovazione.

Campagne Liberali è un'associazione di cittadini che difende la libertà di scelta e promuove il metodo scientifico.

Comment

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*